Perchè fare un video in Green Screen?

Quando si parla di green screen (o chroma key) si pensa sempre a Hollywood. Prendiamo ad esempio le spericolate avventure degli Avengers, quanti di voi credono che siano tutte azioni vere? Spero quasi nessuno. Tuttavia al “green screen” è associato anche un altro tipo di video: quelli trash. Sicuramente avrete visto almeno un video fatto terribilmente male, dove lo sfondo sembra palesemente appiccicato, ecco quel tipo di video.

Il green screen lo usano solo ad Hollywood?

No, chiunque può creare un piccolo set a schermo verde (o blu a seconda del soggetto) e provare a cimentarsi nell’editing video. Soprattutto oggi che ci sono decine di app e programmi che semplificano il processo. Il concetto di base del chroma key è che tutta la “zona verde” ripresa dalla telecamera verrà poi cancellata in post produzione e sostituita con uno sfondo più o meno realistico. Tuttavia ogni videomaker che si rispetti ha un opinione a riguardo.

Ha senso usare il chroma key per fare video?

Ci sono molti potenziali usi di un green screen, vediamone alcuni:

  • Il video è ambientato in un luogo inaccessibile fisicamente o inesistente. Un esempio perfetto è proprio Avengers, dove per metà film i protagonisti sono sempre in mezzo a mondi assurdi, per lo più creati da decine di designer 3D e grossi studi di rendering. Ovviamente servono decine di centinaia di ore di lavoro di molte persone e soprattutto una potenza di calcolo non indifferente.
  • Il video ha un contenuto artistico. Ci sono decine di videoclip musicali dove il cantante di turno è inserito in un contesto volutamente astratto. Il chroma key è il mezzo perfetto per ottenere tale risultato, mantenendo comunque un costo di post produzione elevato.
  • C’è bisogno di qualche effetto speciale. Alcune volte il green screen è usato all’esterno per poter girare scene potenzialmente pericolose o irrealizzabili fisicamente. Ad esempio se una scena prevede un pedone investito, si può girare in green screen e in tutta sicurezza solo la camminata del pedone per poi unire la ripresa dell’auto in corsa senza causare nessun ferito grave.

Ci sono poi molti casi dove il green screen viene utilizzato per sostituire determinate aree che non si vogliono vedere nel video finale, o per inserire personaggi irreali, Game of Thrones è un ottimo esempio.

Elephant Road (Padova) sta sviluppando una tecnica di ripresa in green screen sincronizzando la camera reale con quella virtuale di un ambiente 3D. Mentre si riprende un soggetto in movimento, si può visionare in diretta lo sfondo virtuale. Clicca per maggiori informazioni.

    Privacy Policy